New to site?


Login

Lost password? (X)

Already have an account?


Signup

(X)

Francesco Cito

Workshop
29
sett

Francesco Cito

Sabato 29 e domenica 30 settembre: workshop dedicato alla fotografia di reportage & street photography

Laboratorio dalle ore 10.00 alle ore 18.00 a piano terra.
Per prenotazioni scrivere a info@vogherafotografia.it

Trasmettere qualcosa nei workshop è molto difficile. Certamente non cerco di trasmettere il mio modo di fotografare. Sono incontri, in cui io racconto. Non cose tecniche, semmai emozioni; forse più una metodologia di lavoro, più che altro una riflessione su composizione, forme, volumi, grafie, costruzione, scelta dei tempi, concentrazione, intuizione, prontezza di riflessi, reattività. Soprattutto alle nuove generazioni, che magari hanno questa immensa capacità di conoscere tutto sulle nuove tecnologie, ma che a volte non riflettono più su ciò che fanno. Invece dietro la fotografia c’è comunque pensiero, racconto. Nei workshop, portare in giro chi partecipa è difficile, si costruisce molto di più stando in un’aula a discutere, guardare, analizzare le foto e poi, caso mai, uscire e fotografare e ritornare a guardare. Perché spesso non si riflette abbastanza sui contenuti. Devi farti un’idea prima di quello che devi fotografare: ritratti, paesaggi. La foto la devi vedere prima e poi deve apparire sul fotogramma. L’analisi delle immagini dei partecipanti è un momento cruciale: se una foto è nitida, incisa, se racconta poco o abbastanza, se c’è o no un’evidenza che attrae, se in una c’è troppa confusione, una deformazione troppo evidente, se c’è intensità, se questa è una foto semplice, dinamica.

 

Francesco Paolo Cito (Napoli, 1949) è uno dei più importanti fotografi di reportage italiani; fin da giovane viaggia in Europa e nel 1972 approda a Londra dove inizia la sua carriera fotografica. Divenuto fotogiornalista free-lance, collabora dal 1975 con le maggiori testate italiane e internazionali.
Nel 1980 è uno dei primi fotoreporter a recarsi clandestinamente in Afghanistan e tra il 1982 e il 1983 realizza a Napoli un famoso servizio sulla camorra.
A partire da quegli anni si reca nei Paesi colpiti da gravi conflitti come i Paesi del Vicino e Medio Oriente e i Balcani.
In Italia si occupa spesso di casi di mafia, ma anche di altri rilevanti eventi della società contemporanea meno problematici e conflittuali.Nel corso degli anni riceve molti prestigiosi premi internazionali.
Ha pubblicato numerosi volumi e cataloghi monografici e i suoi reportage sono stati pubblicati in tutto il mondo dalle maggiori riviste di informazione.
Tra i suoi più importanti volumi pubblicati ricordiamo Matrimoni napoletani relativo all’omonimo lavoro realizzato nel 1995 ed esposto in questa edizione di Voghera Fotografia.